Archivi tag: affreschi medievali

Proto-Surrealismo al Sacro Speco

Monastero del S. Speco-Affresco 1 RCRLB

Tutti conoscono il Sacro Speco di Subiaco per la figura di San Benedetto, per la sua architettura rupestre, per il suo suggestivo paesaggio. Ma questo monastero abbarbicato su una falesia a strapiombo sulla Valle dell’Aniene è anche uno straordinario “serbatorio” della pittura medievale del Lazio e del Centro Italia. Nella foto vediamo un singolare affresco in un angolo seminascosto, nei pressi della cappella che custodisce il rarissimo ritratto di San Francesco: vi si ammirano immagini macabre e quasi surreali, che fanno pensare ad uno stile vicino a quello di Bosch piuttosto che alla scuola umbro-laziale, che invece segna principali i cicli pittorici del sito.

Annunci

La Morte

Monastero del S. Speco-Affresco 1 RCRLB.jpg

Impressionante affresco nel Sacro Speco di Subiaco, di scuola umbro-laziale. La Morte è descritta come un orrendo cavaliere che colpisce a casaccio con la sua falce, lasciando spesso vivi i vecchi (che la invocano) e uccidendo i giovani (che mai sospetterebbero l’avvicinarsi della fine): un’impietosa metafora della precarietà della vita che ci fa riflettere sull’importanza spesso esagerata che diamo quotidianamente a cose vacue.


Il Sacro Speco a Subiaco

Sacro Speco, Subiaco

Il Sacro Speco è il primo monastero fondato da San Benedetto in Italia. Questo luogo diede i natali al monachesimo, e conserva l’eremo dove si rifugiò il santo. Situato nella Valle dell’Aniene, conosciuta anche con il nome di sublacense, è un suggestivo luogo incastonato tra le ripide rocce che in questo punto si ergono alte sul fiume. Qui pare che il tempo sia fermato tra arte, storia, natura che si fondono mirabilmente infondendo al visitatore un profondo senso di spiritualità. Non lontano è il Monastero di Santa Scolastica, dedicato alla sorella di San Benedetto.
Per saperne di più si faccia riferimento alla guida Lazio. I luoghi del mistero e dell’insolito.