Archivi tag: briganti

Grotte di Palazzolo

Palazzolo-Grotte 1 RCRLB

Uno degli antri delle misteriose Grotte di Palazzolo, a poca distanza da Rocca di Papa ed Albano, a balcone sul Lago di Castel Gandolfo. Vicine ad un convento medievale, queste cavità furono utilizzate come miniere di pietra nel periodo romano e medievale ma alcuni studiosi ipotizzano per esse anche la funzione di prigioni in epoche imprecisate. Da sicure fonti storiche è documentata la frequentazione della zona da parte di bande brigantesche nel Sette-Ottocento. In tempi recenti invece questi spechi hanno ospitato, a quanto pare, messe sataniche e altri riti similari: per tale motivo negli ultimi anni l’accesso in auto al piazzale del monastero è stato giustamente vietato, limitando quindi la possibilità di frequentazioni inopportune delle stesse grotte, che rimangono viceversa visitabili con una bellissima e panoramica passeggiata.

Annunci

Paesaggio nella Conca di Latera

Mti Volsini-Conca di Latera, paesaggio tra Farnese e Latera 1 RCRLB

Un paesaggio agreste di ampio respiro nella Conca di Latera, vasta depressione d’origine vulcanica nei pressi del Lago di Bolsena. Ci troviamo nel cuore dei Monti Volsini, tra gli abitati di Latera, Valentano e Farnese: nella zona passa il cosiddetto “Sentiero dei Briganti”, affascinante trekking nelle selvagge colline dell’Alta Tuscia. 


Paesaggio della Teverina nei pressi di Piantorena

Teverina-Panorama presso Piantorena con S. Angelo 2 RCRLB

La magnifica campagna nei pressi del sito archeologico di Piantorena (Grotte Santo Stefano), ove sorgono il Santuario del SS. Salvatore e diversi resti etrusco-romani e medievali. La zona, particolarmente suggestiva per la presenza della misteriosa “Pietra dell’Anello” , fu battuta, prima dell’Unità d’Italia, dai briganti di Luigi Rufoloni, ladro e ricattatore. Oggi è uno dei più bei paesaggi della Teverina Viterbese, in parte percorso da un lungo sentiero-natura.


Veduta di Artena

Veduta di Artena

Una veduta di Artena, la vecchia “Montefortino”, arroccata su uno sperone dei Monti Lepini, celebre per secoli come “il paese dei briganti”.