Archivi tag: eremi

Eremo di San Silvestro sul Soratte

Sulla vetta del Monte Soratte, l’Eremo di San Silvestro (VI sec.) è un incontro sempre emozionante per il camminatore: eccolo qui nella foto avvolto da una leggera nebbia invernale esprimere ancor più la sua potenza mistica.

Annunci

Sovana-Oratorio di San Sebastiano

Sovana-Necropoli, Oratorio di S. Sebastiano 1 RCRLB

Appena fuori dal Viterbese si apre in provincia di Grosseto un’area fra le più spettacolari e affascinanti della Tuscia tosco-laziale, ovvero quella della cosiddetta triade delle “città del tufo”: si tratta di Pitigliano, Sorano e Sovana, borghi arroccati in cima ad alti speroni vulcanici e affacciati su valli splendidamente selvagge. Nell’intatto paesaggio che si estende per chilometri tutt’intorno a questi paesi, si celano innumerevoli siti archeologici etruschi, romani e medievali, spesso collegati fra loro da una fitta rete di “vie cave”, profonde strade d’epoca etrusca incise nella pietra viva. Tali luoghi solitari e misteriosi, ancor oggi pregni di spiritualità, attrassero nel Medioevo monaci ed anacoreti, come testimoniano gli eremi e i monasteri sparsi un po’ ovunque nella zona. Nella foto siamo all’interno del suggestivo Oratorio di San Sebastiano, che si apre a picco nell’omonima tagliata, nei pressi della Necropoli di Sovana, celebre per le tombe Ildebranda e della Sirena.


Eremo di San Girolamo presso Vetralla

Eremo di S. Girolamo 1 RCRLB.JPG

Il suggestivo Eremo di San Girolamo che si apre d’improvviso nel folto della foresta cimina…


Eremo di Poggio Conte

Eremo di Poggio Conte-Chiesa rupestre 1 RCRLB.JPG

Il suggestivo interno dell’Eremo di Poggio Conte, luogo di misteriosa bellezza nel cuore della Valle del Fiora: scavato interamente nella roccia, vi sono legate numerose leggende.


Eremo di San Salvatore ad Antuni

Antuni-Eremo 1 RCRLB.jpg

Nelle immediate vicinanze del borgo abbandonato di Antuni (Castel di Tora) si trovano i resti del medievale Eremo di San Salvatore, affacciato a balcone sul “paesaggio fantastico” del Lago del Turano.


Il Santuario della Mentorella in inverno

Santuario della Mentorella-Veduta 1 RCRGC.jpg

Il suggestivo Santuario della Mentorella, uno dei più antichi cenobi d’Italia, in uno scatto invernale del collaboratore e grande escursionista Giovanni Cortiglia. Sullo sfondo, la bella Valle del Giovenzano.


Eremo di San Cataldo presso Cottanello

cottanello-eremo-di-s-cataldo-1-rcrlb

Il suggestivo Eremo di San Cataldo presso Cottanello, ricavato nel X secolo dai monaci benedettini in una parete rocciosa dei Monti Sabini. Nelle sue vicinanze si apre un magnifico panorama sulla Sabina Tiberina.


Rovine del Monastero di San Domenico da Foligno

Monastero di S. Domenico

Fondato da San Domenico da Foligno nel 996 e successivamente ristrutturato, questo monastero in rovina si erge in una valletta nel cuore dei Monti Ernici. Il luogo è di straordinaria suggestione per via del solenne paesaggio montano in cui è inserito, fatto di pareti rocciose e boschi di querce e faggio, ma anche dei numerosi misteri che avvolgono la zona, a cominciare dalla vicinissima e ben più celebre Certosa di Trisulti (per saperne di più si veda la nostra guida “Lazio. I luoghi del mistero e dell’insolito”). A poca distanza sono anche l’eremo in cui dapprima si ritirò il santo e il cosiddetto “Ponte dei Santi”, altro sito colmo di leggende.