Archivi tag: bomarzo

L’antico vulcano Cimino

Dalle incontaminate praterie di Marcolino, presso Bomarzo (ai margini della Riserva Naturale di Monte Casoli e del Monumento Naturale di Corviano), si apre una delle più belle viste della Tuscia sui Monti Cimini, che emergono con le loro pronunciate forme vulcaniche. Le ultime luci della giornata marcano i canaloni tra le foreste di faggi e castagni, creando un’atmosfera pittorica che ricorda certi dipinti del Corot nella Campagna Romana.


Bomarzo dalla località Marcolino: la quiete prima della tempesta?

La perfezione formale di Bomarzo, cittadella medievale e poi rinascimentale con gli interventi degli Orsini nel XVI secolo, ideatori del famoso Parco dei Mostri (o Sacro Bosco) – nonché dell’omonimo palazzo-castello ben visibile nella foto. Qui siamo nella stupenda e panoramica località Marcolino, circa al confine con il Comune di Vitorchiano, in un freddo ed uggioso pomeriggio di aprile. Da questa località – al confine con la Riserva di Monte Casoli di Bomarzo -oltre a godere di magnifici panorami è possibile accedere in modo particolarmente spettacolare alla Valle del Vezza, con tutti i suoi tesori archeologici inestimabili e riscoperti negli ultimi anni: l’insediamento rupestre di Monte Casoli (la “piccola Matera della Tuscia”), i sepolcri romani, il mondo onirico dei “Sassi dei predicatori”, il sito rupestre di Corviano e il “bosco megalitico” del “Pietreto” (Monumento Naturale Regionale), ecc… il tutto in un paesaggio eccezionalmente integro e pittoresco. Ebbene forse nel prossimo futuro questa diventerà un'”immagine storica” poiché su questi stessi prati è prevista la costruzione di un mega impianto fotovoltaico a terra. Sì avete capito bene, non è uno scherzo anche se potrebbe sembrarlo: in effetti anche l’aver anche solo potuto presentare questo scandaloso e demenziale progetto costituisce l’ennesimo insulto al patrimonio culturale, unico al mondo, di una terra – la Tuscia, il Lazio – che sta venendo letteralmente fatta a pezzi da un’amministrazione dalla cosa pubblica caratterizzata – a tutti i livelli – non soltanto da incompetenza e ignoranza assolute ma spesso da ben altro…. (come dimostrano recenti gravissimi fatti accaduti in Regione), e certamente indegna di gestire luoghi di cotanta importanza e bellezza.


Ara cubica romana nella Selva di Malano

Nella misteriosa Valle dei predicatori (o dei megaliti) innumerevoli manufatti di varie epoche compaiono improvvisamente nei boschi e nei noccioleti: come quest’ara cubica di epoca repubblicana, situata a pochi passi dal cosiddetto “Primo Sasso del Predicatore”, la cui funzione non è tuttora chiara.


Veduta settembrina di Bomarzo dal Piano di Sipicciano

Una veduta insolita di Bomarzo, dalla poco conosciuta Piana di Sipicciano, punto di partenza per avventurose passeggiate nella wilderness della Valle del Vezza. Da qui il borgo appare nella sua forma più elegante, perfettamente inserita in un contesto paesaggistico intatto.


Bomarzo-La Sala dei Paesaggi

Uno scorcio della “Sala dei Paesaggi”, nel Palazzo Orsini di Bomarzo: un nome che è tutto un programma in quanto basta affacciarsi da una delle finestre della stanza per ammirare, oggi come ieri, un panorama magnifico, ora reso strepitoso dai colori tardo-autunnali. Il palazzo è sede di eventi a dicembre come “Tuscia deliziosa” fra arte, cultura ed enogastronomia.

Tempietto nel Sacro Bosco di Bomarzo

Bomarzo-Panorama sul Sacro Bosco 1 RCRLB.JPG

Un suggestivo scorcio del Sacro Bosco di Bomarzo durante le recenti nevicate, con il “Tempietto” cinquecentesco disegnato dall’architetto Pirro Ligorio.


Cascate di Chia

Valle del Fosso Castello-Cascate di Chia 1 RCRLB.JPG

Le belle Cascate di Chia, situate ai piedi dell’omonimo castello che appartenne a Pasolini e dove il grande regista girò una scena del film “Il Vangelo secondo Matteo” (1964). Scorrono nel selvaggio Fosso Castello e sono ormai meta di un gran numero di visitatori nei fine settimana. 


Veduta della Torre di Chia

Castello di Chia-Veduta della torre 1 RCRLB.JPG

Una veduta romantica della torre del Castello di Chia, conosciuto anche come “Castello di Pasolini” in quanto il famoso regista lo abitò nell’ultimo periodo della propria vita. Sorge ai margini della Piana Cimina, nella Teverina, a balcone sulla splendida Valle del Fosso Castello, tra i borghi di Chia e Bomarzo ma nel Comune di Soriano nel Cimino.


Panorama tardo-autunnale da Bomarzo

Bomarzo-Panorama 1 RCRLB.JPG

Lo splendido panorama da Bomarzo verso la Valle del Tevere, con gli struggenti colori tardo-autunnali.


La Valle del Vezza dal megalite

Valle del Vezza-Panorama presso il Secondo Sasso del Predicatore RCRLB

Il profilo della verdissima e selvaggia Valle del Vezza, cuore della Teverina Viterbese, da uno degli innumerevoli megaliti vulcanici lungo il percorso per i “Sassi dei Predicatori”. Qui per la precisione siamo nei pressi del cosiddetto “Secondo Sasso del Predicatore”: angoli di pura magia fra storia, mistero e natura.


Veduta di Montecasoli di Bomarzo

Bomarzo-Montecasoli, veduta 2 RCRLB.JPG

Una veduta dello spettacolare insediamento rupestre etrusco-romano di Montecasoli, cuore dell’omonima riserva naturale nei pressi di Bomarzo.


All’inizio della primavera sulla Strada dei vini e dei sapori della Teverina Viterbese

Anche se l’exploit dei vigneti (che ad ottobre si tingono di arancio e rubino) è ancora lontano, nel periodo primaverile è comunque assai piacevole percorrere la cosiddetta “Strada del Vino e dei Sapori della Teverina Viterbese”, che, snodandosi lungo la Valle del Tevere, collega la zona di Bomarzo a quella di Castiglione e ad Orvieto. La strada, che in parte ricalca il tracciato della SP Teverina (ossia il suo tratto pianeggiante), offre un piacevole e rilassante paesaggio agreste, prima prevalentemente a pascolo e seminativo, poi caratterizzato da estesi vigneti. Interessanti le varie deviazioni possibili che, al di là della celebre Bomarzo, portano a conoscere numerosi altri borghi di un certo interesse (Mugnano, Montecalvello, Roccalvecce, Civitella d’Agliano, Sermugnano, ecc.) e soprattutto paesaggi straordinari, come la Valle dei Calanchi che si può raggiungere deviando per Vaiano all’altezza della località Pian della Breccia (Civitella d’Agliano), per terminare infine ad Orvieto passando per le magnifiche colline di Tordimonte.

Teverina-Tenuta di Castelvecchio di Bomarzo 1 RCRLB

Teverina-Casale fra Mugnano e Sipicciano RCRLB

Teverina-Campagna presso Sipicciano 1 RCRLB

Teverina-Casale presso Sipicciano 1 RCRLB

Teverina-Campagna presso Monte Pimpia 2 RCRLB

Teverina-Strada del vino, campagna presso Civitella d'Agliano 1 RCRLB

Teverina-Casale presso Civitella d'Agliano RCRLB

Civitella d'Agliano-Veduta da lontano RCRLB

Teverina-Stradina ai piedi di Civitella d'Agliano RCRLB

Teverina-Campagna presso Case Nuove 1a RCRLB

Castiglione in Teverina-Veduta da lontano 3 RCRLB

Teverina-Chiesetta rurale presso Castiglione 1 RCRLB

Castiglione in Teverina-Veduta 1 RCRLB

Teverina-Strada del vino, campagna presso Castiglione 1a RCRLB

Castiglione in Teverina-Chiesa della Madonna delle Macche 1 RCRLB

Valle dei Calanchi-Strada della Lega, paesaggio 15 RCRLB

Valle dei Calanchi-Strada della Lega, paesaggio 1 RCRLB

Teverina-Strada del vino, campagna presso Castiglione 2 RCRLB

Teverina-Strada del vino, paesaggio fra Castiglione e Tordimonte 1 RCRLB

Teverina-Campagna presso Tordimonte 2 RCRLB

Teverina-Paesaggio presso Tordimonte RCRLB


Monte Casoli di Bomarzo

mte-casoli-insediamento-rupestre-veduta-rcrlb

Una veduta del suggestivo insediamento rupestre preistorico ed etrusco di Monte Casoli di Bomarzo, a poca distanza dal celebre Parco dei Mostri.


Pictures of Teverina Viterbese: from Viterbo to Orvieto

Some images of Teverina Viterbese, along the way from Viterbo to Orvieto.

VITERBO

Viterbo-Piazza S. Pellegrino 2 RCRLB

Viterbo-Palazzo dei Papi 1 RCRLB

Viterbo-Piazza del Gesù, scorcio con fontana RCRLB

Viterbo-Vicolo con torre 1 RCRLB

Viterbo-Scorcio dalla salita per Piano Scarano RCRLB

Viterbo-Scorcio con torri

VITORCHIANO

Vitorchiano-Veduta 2 RCRLB (2)

Vitorchiano-Fontana a fuso

Vitorchiano-Piazza 1 RCRLB

Vitorchiano-Mura medievali 2 RCRLB

Vitorchiano-Casa con profferlo 1 RCRLB

Vitorchiano-Panorama 7 RCRLB

Vitorchiano-Veduta 3 RCRLB

Vitorchiano-Moai 1 RCRLB

Vitorchiano-Centro Moutan 2 RCRLB

Centro Moutan-Peonie 5 RCRLB

Centro Moutan-Pergolato di glicini RCRLB

BOMARZO

Bomarzo-Veduta 6 RCRLB

Bomarzo-Palazzo Orsini, panorama 1 RCRLB

Bomarzo-Casa con loggetta 1 RCRLB

Valle del Fosso Castello-Piramide RCRLB

Bomarzo-Scorcio con rupi RCRLB

Bomarzo-Veduta 6 RCRLB (2)

Valle del Vezza-Paesaggio

Bomarzo-Panorama al tramonto sul Parco dei Mostri RCRLB

Bomarzo-Mte Casoli, insediamento rupestre RCRLB

Castelvecchio di Bomarzo-Veduta 2 RCRLB

Valle del Vezza-Primo Sasso del Predicatore

Teverina-Paesaggio fra Bomarzo e Vitorchiano RCRLB

MUGNANO IN TEVERINA

Mugnano-Veduta con gregge 2 RCRLB

Mugnano-Veduta al tramonto 1 RCRLB

Mugnano in Teverina-Piazzetta RCRLB

CHIA

Castello di Chia 1 RCRLB

Castello di Chia-Scorcio dal basso RCRLB

Chia-Veduta RCRLB

BASSANO IN TEVERINA

Bassano in Teverina-Veduta 1 RCRLB

Bassano in Teverina-Scorcio 1 RCRLB

Bassano in Teverina-Campanili RCRLB

Bassano in Teverina-Chiesa della Madonna della Quercia RCRLB

Bassano in Teverina-Scorcio del borgo 1 RCRLB.JPG

Bassano in Teverina-Scorcio di case RCRLB

Bassano in Teverina-Vicolo 1 RCRLB

Bassano in Teverina-Casa 1 RCRLB

Bassano in Teverina-Torre semicircolare RCRLB

ORTE

Orte-Ponte rinascimentale RCRLB

Orte-Via Garibaldi 2 RCRLB

Orte-Vicolo con bandiere 3 RCRLB

Orte-Vicolo presso S. Biagio b RCRLB

Orte-Corso principale 1 RCRLB

Orte-Chiesa di S. Silvestro, particolare 1 RCRLB

Teverina-Paesaggio fra Orte e Penna 1a RCRLB

Orte-Panorama 5 RCRLB

GROTTE SANTO STEFANO

Teverina-Panorama presso Piantorena con S. Angelo 2 RCRLB

Teverina-Pietra dell'Anello RCRLB

Valle dell'Infernaccio-Cascata 1 RCRLB

Teverina-Campagna fra Roccalvecce e Grotte S. Stefano 1 RCRLB

FERENTO

Ferento-Campagna panorama presso le rovine RCRLB

Ferento-Panorama 3 RCRLB

Ferento-Panorama 1 RCRLB

Ferento-Campagna 1 RCRLB

Ferento-Paesaggio 1 5 RCRLB

Ferento-Rudere 1 RCRLB

Ferento-Scorcio 2 RCRLB

Ferento-Teatro romano 2 RCRLB

Ferento-Teatro romano 3 RCRLB

MONTECALVELLO

Montecalvello-Ingresso al borgo RCRLB

Montecalvello-Veduta da lontano al tramonto

Montecalvello-Veduta da Vallebona RCRLB

ROCCALVECCE

Roccalvecce-Veduta 3 RCRLB

Roccalvecce-Veduta 1 RCRLB

Roccalvecce-Palazzo Costaguti RCRLB

Roccalvecce-Fontana del Lavatoio RCRLB

Roccalvecce-Scorcio 1 RCRLB

Roccalvecce-Panorama 4 RCRLB

Roccalvecce-Veduta da lontano da Celleno RCRLB

CELLENO

Celleno-Convento di S. Giovanni RCRLB

Celleno-Panorama 1 RCRLB

Celleno-Scorcio del borgo RCRLB

Celleno-Salita al borgo 1 RCRLB

Celleno-Paesaggio ai piedi del borgo RCRLB

Teverina-Ciliegi in fiore presso Roccalvecce 3 RCRLB.JPG

CASTEL CELLESI

Teverina-Paesaggio con lo sfondo di Castel Cellesi RCRLB

Teverina-Panorama in loc. La Fossa (Celleno) verso Castel Cellesi RCRLB

Castel Cellesi-Orologio RCRLB.JPG

Castel Cellesi-Scorcio RCRLB

GRAFFIGNANO

Graffignano-Castello Baglioni 3 RCRLB

Graffignano-Veduta RCRLB

Teverina-Campagna presso Graffinano 1 RCRLB

CIVITELLA D’AGLIANO

Civitella d'Agliano-Vigneto 1 RCRLB

Mti Volsini-Vigneto presso Civitella d'Agliano 2 RCRLB

Civitella d'Agliano-Porta del borgo 1 RCRLB

Civitella d'Agliano-Scorcio di case RCRLB

Civitella d'Agliano-Gatto 3b RCRLB.JPG

Civitella d'Agliano-Lampione e campanile 1 RCRLB.JPG

Civitella d'Agliano-Piazza, scorcio RCRLB

Civitella d'Agliano-Veduta 3 RCRLB

Civitella d'Agliano-Panorama 1 RCRLB

Civitella d'Agliano-Campagna ai piedi del borgo RCRLB

Valle del Tevere-Campagna presso Civitella d'Agliano RCRLB

SAN MICHELE IN TEVERINA

S. Michele in Teverina-Scorcio 1 RCRLB

VAIANO

Vaiano-Palazzetto RCRLB

Vaiano-Vigneto 2 RCRLB

Vaiano-Vigneto 1 RCRLB

Vaiano-Chiesa della SS Annunziata ARLB

Vaiano-Veduta da lontano 2 RCRLB

Valle dei Calanchi-Paesaggio con lo sfondo di Civitella RCRLB

CIVITA DI BAGNOREGIO

Civita di Bagnoregio-Veduta 7 RCRLB

Civita di Bagnoregio-Veduta 18 RCRLB

Civita di Bagnoregio-Veduta 10 RCRLB

Civita di Bagnoregio-Porta S. Maria 1 RCRLB

Civita di Bagnoregio-Piazza S. Donato 1 RCRLB

Civita di Bagnoregio-Panorama 6 RCRLB.JPG

VALLEY OF “CALANCHI”

Valle dei Calanchi-Paesaggio 6 RCRLB

Valle dei Calanchi-Castello di Seppie da lontano RCRLB

Valle dei Calanchi-Paesaggio del fondovalle 3 RCRLB

Valle dei Calanchi-Scorcio con Cattedrale 5 RCRLB

Valle dei Calanchi-Pianale, panorama verso Civita 1 RCRLB

Valle dei Calanchi-Pianale, pinnacolo 1 RCRLB

Valle dei Calanchi-Cattedrale da lontano 1 RCRLB

Valle dei Calanchi-Paesaggio 1 RCRLB

Valle dei Calanchi-Paesaggio presso Sociano RCRLB

Valle dei Calanchi-Gregge 1 RCRLB

LUBRIANO

Lubriano-Veduta da Civita 1 RCRLB.JPG

Lubriano-Scorcio sulla Valle dei Calanchi 1 RCRLB

Lubriano-Scorcio 1 RCRLB

Castello di Seppie-Veduta da lontano RCRLB

Castello di Seppie-Veduta 4 RCRLB

Valle dei Calanchi-Castello di S. Caterina, veduta 3 RCRLB

Valle dei Calanchi-Chiesa di S. Caterina RCRLB

Valle dei Calanchi-Campagna con torre del Castello di Seppie RCRLB

SERMUGNANO

Valle dei Calanchi-Paesaggio ai piedi di Sermugnano

Castiglione in Teverina-Strada della Lega, paesaggio 1 RCRLB

Sermugnano-Scorcio fra le vigne RCRLB

Valle dei Calanchi-Paesaggio ai piedi di Sermugnano 2 RCRLB

Castiglione in Teverina-Strada della Lega, vigneto 1 RCRLB

Sermugnano-Campagna ai piedi del borgo 5 RCRLB

Sermugnano-Fontanile RCRLB

Sermugnano-Veduta 1 RCRLB

CASTIGLIONE IN TEVERINA

Valle dei Calanchi-Casale con chiesa presso Case Nuove RCRLB

Castiglione in Teverina-Campagna sulla Strada del Vino

Castiglione in Teverina-Chiesa della Madonna delle Macchie

Castiglione in Teverina-Strada della Lega, cartello RCRLB

Castiglione in Teverina-Strada della Lega, filare di cipressi RCRLB

Castiglione in Teverina-Centro visite RCRLB

Castiglione in Teverina-Museo del Vino RCRLB

Castiglione in Teverina-Vicolo 1 RCRLB

Castiglione in Teverina-Rocca Monaldeschi RCRLB.JPG

Castiglione in Teverina-Vigneto verso Sermugnano 1 RCRLB

Valle dei Calanchi-Paesaggio umbro-laziale da Sermugnano RCRLB

Valle dei Calanchi-Castello presso Sociano 2 RCRLB

TORDIMONTE

Castello di Tordimonte-Torre d'accesso 2 RCRLB

Castello di Tordimonte 6 RCRLB

Castello di Tordimonte-Vivaio 1 RCRLB

ORVIETO

Orvieto-Duomo, facciata RCRLB

Orvieto-Facciate e finestre nel centro storico RCRLB

Orvieto-Torre del Moro RCRLB

Orvieto-Scorcio della rupe 1 RCRLB

Orvieto-Chiesa di S. Domenico, facciata 1 RCRLB

Orvieto-Scorcio sui tetti 1 RCRLB.JPG

Orvieto-Abbazia dei SS Severo e Martirio RCRLB

Orvieto-Scorcio 1 RCRLB

Orvieto-Veduta 1 RCRLB


Hamlets and landscapes of Tuscia: from Viterbo to Orvieto

This itinerary moves through in the area known as “Teverina” (wetted by river Tiber – click here for the gallery) and it starts from Viterbo. It is the “capital” of Tuscia, the “City of the Popes”, where the word “Conclave” was born: the town is stunning because of its perfectly preserved medieval squares. 

Viterbo-Piazza S. Pellegrino 6 RCRLB

In few minutes, thanks to a comfortable highway, we can reac the little medieval town of Vitorchiano, The centre preserves all the 1200s architectural elements of Viterbo’s S. Pellegrino and Piano Scarano hamlets and gives wonderful sights of the medieval life.

Vitorchiano-Veduta 2 RCRLB (2)

From Vitorchiano on the way to Grotte Santo Stefano (on the Belvedere square) the tourist can find a Moai, the typical statue from the Easter Island.

Vitorchiano-Moai 1 RCRLB

From here we can follow two different paths: the first leads to Grotte Santo Stefano and the other one (shorter but not less intense) takes us to the highway Viterbo-Orte, direction Orte. 

Teverina-Paesaggio fra Bomarzo e Vitorchiano RCRLB

We leave the highway at the exit to Bomarzo which we reach and cross (whose ancient and medieval hamlet appears – inviting and intriguing – on the left).

Bomarzo-Veduta 6 RCRLB

Bomarzo – really worth a short visit – is well known and famous thanks to its Monsters’ Park (worth itself a trip) and many archaeological remains (the sites of Montecasoli and Santa Cecilia and the appreciable “Etruscan Pyramid”). Bomarzo is surrounded by misterious valleys that the tourists love to discover in spring and in late autumn to admire the wonderful colours of the woods and of the countryside.

Bomarzo-Palazzo Orsini, panorama 1 RCRLB

Following the road down a steep hill we reach the Tiber Valley and we cannot help noticing the lovely and fascinating hamlet of Mugnano in Teverina emerging with its tower on the top of a tufa hill and surrounded by green and peaceful lawns.

Mugnano in Teverina-Piazzetta RCRLB

Once visited this graceful hamlet, we go back to Bomarzo and to the highway which we do notenter: at the crossing, we turn to left and drive for a few kilometres until we meet the post “Chia” on the left. It is a very small and ancient burgh – pertaining to the municipality of Soriano nel Cimino – half of which in remains and under restoration. 

Chia-Veduta RCRLB

Chia is famous for being on the banks of Fosso Castello (Castello Stream) where some of the scenes of “Il Vangelo secondo Matteo” have been shot in 1964. “Il Vangelo” is one of the masterpieces of Pier Paolo Pasolini – one of the most famous and discussed italian cinema directors who decided to spend the rest of his life in this small village: he bought the famous “tower”, now known as Pasolini’s tower. Pasolini was found – dead – on Ostia beach, near Rome and his death is still object of arguments and discussions.

Castello di Chia 1 RCRLB

The road to Chia has no exits: we must go back to the main road where we turn left. We reach Bassano in Teverina, a very small and scarcely inhabited village which has been completely restored during the past decades because heavily damaged by an explosion of a train containing ammunitions during the Second World War.

Bassano in Teverina-Vicolo 1 RCRLB

Once visited Bassano, we can visit Orte, an ancient etruscan town, with Renaissance palaces and medieval towers, rich of interest for the underground itinerary (“Orte sotterranea”).

Orte-Vicolo con bandiere 3 RCRLB

Then we go back to Vitorchiano (via the highway to Viterbo) and continue our trip toward Grotte Santo Stefano. This area – known as “Teverina” because it develops on the banks of the Tiber – is dotted with ancient castles, fortresses and extensions of olive trees and vineyards producing excellent wine and oil. 

Castiglione in Teverina-Strada della Lega, paesaggio 1 RCRLB

From Grotte di Santo Stefano, a modern village, many archaeological and naturalistic hiking trails start (Ferento ruins, Infernaccio falls, The Ring Stone, Piantorena, etc.) in a very beautiful, almost wild, countryside. 

Ferento-Scorcio 2 RCRLB

Then the road leads to Montecalvello – a castle-hamlet completely uninhabited but still in perfect conditions, last dwelling of Balthus – and to Graffignano with its Baglioni-Santacroce castle (XIth century).

Montecalvello-Veduta da Vallebona RCRLB

From Graffignano we drive back to the Teverina main road and turn left – aiming to the North – and after some kilometres we find the ancient hamlet of Roccalvecce – under the municipality of Viterbo – with its magnificent Costaguti Palace-Castle.

Roccalvecce-Scorcio 1 RCRLB

The castle, the perfect place for weddings and social occasions, is also a good and appreciated solutions for holidays immersed in a silent and peaceful nature.

Roccalvecce-Veduta da lontano da Celleno RCRLB

In front of Roccalvecce – on the other side of the valley – there is a wonderful sight of Celleno Vecchio, an abandoned and a “ghost” village now being recovered and re-inhabited.

Celleno-Scorcio del borgo RCRLB

The area of Celleno is famous for the cultivation of cherries and houses one of the most interesting Sagre (Festivals) in April when the colorful branches make the village a real explosion of whites and pinks.

Celleno-Paesaggio ai piedi del borgo RCRLB

Castel Cellesi (a sort of colourful village-farm) is within easy reach and really worth a visit thanks to the nice area and the tall bell-tower (similar to those present in the North of Italy).

Castel Cellesi-Scorcio RCRLB

A little further we meet San Michele in Teverina, surrounded by peaceful sights and with the palace connected to the rest of the hamlet via a nice bridge.

S. Michele in Teverina-Scorcio 1 RCRLB

We are not far from Civitella d’Agliano. This is the area of wine and wheat thanks to the immense fields surrounded by woods of oaks, cypresses and pines trees. The landscape remembers the tuscan countryside.

Civitella d'Agliano-Panorama 1 RCRLB

Civitella d’Agliano is not the “usual” hamlet like all the other small villages we have met so far. It is a real Commune with its Mayor in spite of the fact that the inhabitants are no more than 1000 in total. The village is all gathered around a steep tufa block and grants a bird’s eye view on the Tiber Valley, the Calanchi of Bagnoregio and the mountains of Umbria.

Civitella d'Agliano-Veduta 3 RCRLB

Vaiano is a far and away burgh surrounded by “Calanchi” (starting point for most of the adventurous trekking paths) not far from Bagnoregio and its hamlet Civita, worldwide famous as “the dying town”.

Vaiano-Chiesa della SS Annunziata ARLB

“Heart” of the Calanchi Valley, Civita of Bagnoregio is visited by many thousands of tourists from all over the world…

Civita di Bagnoregio-Veduta 7 RCRLB

Once reached Lubriano (with its magnificent view of the Calanchi Valley) we continue to Sermugnano, near the border of the province of Viterbo and Orvieto.

Lubriano-Scorcio 1 RCRLB

Sermugnano is one of the many small villages with very few inhabitants (less than 100) and still in good conditions, immersed in the silence of nature, far from noise and confusion.

Valle dei Calanchi-Paesaggio ai piedi di Sermugnano

The next destination of this itinerary is Castiglione in Teverina, well known for its wines and offering superb sights of agricultural economy and of the Calanchi Valley.

Castiglione in Teverina-Vigneto verso Sermugnano 1 RCRLB

Now we are near Orvieto, with its wonderful monuments, as like as Saint’s Patrick’s Well and the gothic Cathedral, and also with its good wines: so we can finish the itinerary tasting a glass of Orvieto docg wine…

Orvieto-Veduta 1 RCRLB

Translation by Osvaldo Velo (http://flyfishingtuscia.com/) in collaboration with Luca Bellincioni and Arianna Federici.

Recommended accommodations

Roccalvecce (VT)“Castello Costaguti”


Paesaggio sublime dal Palazzo Orsini di Bomarzo

Bomarzo-Palazzo Orsini, panorama 1 RCRLB

Affacciandosi dal piano nobile dell’elegante Palazzo Orsini di Bomarzo, si ammira un paesaggio sublime nella sua perfezione e particolarità, fra i più splendidi ed unici del Lazio. Verdi vallette e vasti altopiani si alternano a fitti boschi di querce, forre e calanchi, con lo sfondo inconfondibile di Montefiascone e della sua cupola, formando una sorta di quadro “vivente”, dall’immenso valore estetico, culturale, ambientale. Noto quasi soltanto per il celeberrimo Parco dei Mostri e più recentemente per la misteriosa Piramide Etrusca, il borgo di Bomarzo in sé merita invece una passeggiata attenta sia per la sua bellezza architettonica sia per queste vedute senza tempo: tutto ciò costituisce un patrimonio da conoscere e da salvaguardare (per saperne di più: “Lazio, i luoghi del mistero e dell’insolito”).


Veduta crepuscolare di Bomarzo

Bomarzo-Veduta 8 RCRLB

Una romantica veduta crepuscolare di Bomarzo, uno dei luoghi più suggestivi e misteriosi del Lazio. Affacciato sulla Valle del Tevere, Bomarzo è celebre per il Sacro Bosco (o Parco dei Mostri) e – più recentemente – per la cosiddetta “Piramide etrusca”. Per maggiori informazioni: “Lazio, i luoghi del mistero e dell’insolito”.


Paesaggio nella Valle del Vezza

Valle del Vezza-Paesaggio

Appartenente al bacino idrografico del Tevere e situata grosso modo fra Bomarzo e Vitorchiano, la Valle del Vezza appare come una lunga frattura, formatasi in seguito all’erosione della piana creata dalle eruzioni del vulcano cimino. Enormi massi di peperino punteggiano il paesaggio, che per il resto alterna prati, noccioleti e querceti. Straordinarie le valenze archeologiche, con i misteriosi “sassi del predicatore“.


Sasso del Predicatore

Valle del Vezza-Primo Sasso del Predicatore

Uno dei “Sassi del Predicatore” che giacciono solitari nella misteriosa Valle del Vezza, ribattezzata la “valle dei megaliti”. Siamo fra Bomarzo e Vitorchiano, ove in un territorio ancora intatto si mescolano in modo straordinario natura selvaggia e testimonianze archeologiche d’epoca antica e medievale. Rilevante la presenza di sepolcreti romani con iscrizioni latine nonché di are etrusche probabilmente adibite all’osservazione degli astri, come quella ritratta nella foto. Una zona unica nel suo genere (collegata idealmente sia alla Piramide di Bomarzo sia al Sacro Bosco) che meriterebbe di essere conosciuta e valorizzata di più.


Cascate del Fosso Castello

Cascate ai piedi della Torre di Chia

Uno scorcio delle pittoresche cascate ai piedi della medievale Torre di Chia, meglio conosciuta come “Castello di Pasolini”. Nei dintorni si trova l’ormai celebre “Piramide di Bomarzo“.