Archivi tag: basso lazio

Vicolo di Fumone

Fumone-Vicolo 1 RCRLB

Un angolo caratteristico dello splendido borgo medievale di Fumone, nell’Alta Ciociaria, noto fra gli appassionati di mistero per le presunte apparizioni spettrali nel Castello Longhi-De Paolis: per saperne di più si faccia riferimento alla nostra guida “Lazio. I luoghi del mistero e dell’insolito”, Eremon Edizioni.

Annunci

Mura medievali di Vico nel Lazio

Vico nel Lazio-Scorcio delle mura 1 RCRLB.JPG

Uno scorcio delle magnifiche mura medievali che cingono lo splendido borgo di Vico nel Lazio, in Provincia di Frosinone. Ci troviamo nell’Alta Ciociaria, ai piedi dei Monti Ernici: il contrasto fra queste antiche architetture e il paesaggio montano, dalle alte cime e ricco di foreste, crea una situazione assai suggestiva.


Veduta di Maenza dalla Valle dell’Amaseno

Maenza-Veduta da lontano 1 RCRLB

Una veduta di Maenza e dell’aspro versante meridionale dei Monti Lepini dalla Valle dell’Amaseno.


Tramonto a Gaeta

Gaeta-Tramonto 2 RCRLB

Un tramonto dorato dal Monte Orlando, a Gaeta, su questo spicchio di Mar Tirreno intriso di miti e leggende.


Pantani dell’Inferno

Litorale Pontino-Pantani dell'Inferno 1 RCRLB.JPG

Mentre la natura in collina e in montagna riposa, a febbraio è assai interessante visitare aree protette come il Parco del Circeo, soprattutto la zona dei laghi costieri. Fioriture anticipate di piante tipiche delle dune, i profumi intensi della macchia mediterranea, l’avifauna migratoria costituiscono elementi di grande interesse. Un luogo particolarmente indicato per il birdwatching sono i cosiddetti “Pantani dell’Inferno”, nei pressi di Sabaudia, un residuo di palude pontina che offre uno scenario splendido ed incontaminato. 


Palazzo del Governatore a Vico nel Lazio

Vico nel Lazio-Palazzo del Governatore 1 RCRLB.JPG

Il bel Palazzo del Governatore, nel cuore del delizioso borgo medievale di Vico nel Lazio, alle pendici dei Monti Ernici. Edificato dai Colonna nel Basso Medioevo, fra il XIII e il XIV secolo, è oggi sede del Comune ed ospita il Museo della Pace, dedicato a Galileo Galilei. 


Vicolo di Itri

Itri-Vicolo 1 RCRLB

Un vicolo di un altro paese dal forte fascino mediterraneo, con le sue casette dall’intonaco bianco. Nascosta in una valle interna dei Monti Aurunci ma non lontano dal mare, Itri stupisce per il suo poderoso castello e per le svariate chiesette medievali, presentandosi come uno scrigno segreto di storia, arte e leggende (cfr. “Lazio. I luoghi del mistero e dell’insolito”). 


Nel borgo di Maranola

Maranola-Scorcio nel borgo 1 RCRLB

Uno scorcio del piccolo e pittoresco borgo di Maranola, frazione di Formia. Le architetture e le atmosfere sanno ormai di “Sud” e ci troviamo infatti nel colmo del cosiddetto “Lazio Campano”: una zona atipica del Lazio, che, frequentata finora quasi esclusivamente da un turismo balneare “mordi e fuggi”, merita di essere visitata con occhio curioso ed attento.


Paesaggio dei Monti Prenestini presso San Vito Romano

Mti Prenestini-Panorama presso S. Vito Romano 1 RCRLB.jpg

Fra Sette e Ottocento la zona di Olevano Romano e i Monti Prenestini fu presa “d’assalto” da pittori e letterati di tutta Europa, ammaliati da un paesaggio dal largo respiro, variato e pittoresco, punteggiato da borghi dall’aspetto arcano; in tempi molto più recenti anche Pasolini e Piovene ne decantarono le suggestioni. Oggi il territorio ha subito importanti alterazioni – soprattutto con l’espansione moderna dei paesi – ma nel complesso, in una veduta d’insieme, non appare così diverso da quello visibile nei dipinti del Grand Tour. Il panorama magnifico della foto si ammira dalla stupenda strada che collega Olevano a San Vito Romano e ci sorprende per la bellezza dell’Alta Valle del Sacco corrugata dalle colline capricciose di Olevano, Serrone e Paliano, con lo sfondo azzurrino dei Monti Affilani ed Ernici.


Panorama dal Piglio verso il tramonto

Piglio-Panorama al tramonto 4 RCRLB.jpg

Profili di colline ciociare nella magica luce del tramonto, dal Piglio. 


Monte Viglio d’inverno

Mti Simbruini-Mte Viglio da Campo Staffi 1 RCRLB.jpg

Una solenne veduta invernale del Monte Viglio, cima maggiore dei Simbruini, che con i suoi 2156 metri s. l. m. sovrasta innevato le immense faggete dell’omonimo parco regionale.


Campagna pontina presso Nettuno

Agro Pontino-Bosco della Campana 1 RCRLB

La semplicità dell’Agro Pontino in inverno, intorno alla Pineta della Campana, dove oltre alla curiosa coltivazione di prati sportivi e agli splendidi pini, spiccano querce e sughere: si tratta di uno dei pochi scampoli di campagna integra rimasti fra Aprilia e Nettuno, reso affascinante dalla presenza di un consistente tratto di basolato romano relativo all’antica Via Astura, che probabilmente univa Velletri ad Anzio.


Veduta di Pisterzo

Pisterzo-Veduta 1 RCRLB

La bella Valle dell’Amaseno, fra le province di Latina e Frosinone, cela molti borghi d’antico aspetto, discreti e silenziosi. Uno dei più caratteristici è senz’altro Pisterzo, frazione di Prossedi, che offre un magnifico panorama sull’intera vallata e sulle pendici dei Monti Ausoni e Lepini, ora brulle ora ricoperte di macchia mediterranea.


Nella faggeta del Monte Semprevisa

Mti Lepini-Mte Semprevisa, faggeta 4 RCRLB

Le faggete attorno alla Semprevisa, vetta dei Monti Lepini, in inverno, ricolme di neve.


Scorcio sui tetti di Alatri

Alatri-Scorcio sui tetti dall'Acropoli 1 RCRLB.JPG

Uno sguardo sui tetti della bellissima Alatri, una delle città d’arte più interessanti della Ciociaria e del Basso Lazio, famosa per la spettacolare acropoli megalitica. 


Paesaggio dei Monti Ausoni

Mti Ausoni-Paesaggio presso Amaseno 1 RCRLB

L’aspro paesaggio dei Monti Ausoni, con alcune cime innevate sullo sfondo, che domina l’abitato di Amaseno, nell’area sud del Frusinate. Siamo in un’importante area protetta, fra le più recenti ad essere istituite, ossia il Parco Regionale dei Monti Ausoni.


Cortile pittoresco a Sperlonga

Sperlonga-Cortile con murales 1 RCRLB.jpg

Il mare d’inverno ha certo un fascino particolare ma il borgo marinaresco di Sperlonga è davvero magnifico in ogni momento dell’anno. Inserito nel club dei “Borghi più belli d’Italia” e caratterizzato da case intonacate di bianco che hanno conservato per lo più una struttura medievale, i suoi vicoli sono un dedalo dove è piacevolissimo perdersi, inebriandosi con il profumo di salsedine che risale la sua rupe, a picco su un Tirreno smeraldino. Un luogo da sogno, dai forti richiami mitologici, nel cuore del cosiddetto “Lazio campano”, plaga aspra d’aspetto e dolcissima per il clima, tutta da riscoprire per i suoi peculiari aspetti storico-culturali, al di là del turismo balneare. La Riviera di Ulisse vi aspetta…


Amaseno-Collegiata di Santa Maria Assunta

Amaseno-Collegiata di S. Maria Assunta, interno 1 RCRLB

L’austero interno gotico della splendida Collegiata di Santa Maria Assunta (XII sec.) ad Amaseno, monumento nazionale. La chiesa si presenta ricca di decorazioni scultoree, fra cui alcuni misteriosi simboli analizzati nel nostro libro “Lazio. I luoghi del Mistero e dell’Insolito”.


I “cipressi miracolosi” del Santuario della Madonna del Colle presso Lenola

Santuario di Maria SS. del Colle-Particolare dei cipressi RCRDC.jpg

Lo straordinario fenomeno naturale dei “cipressi miracolosi” del Santuario della Madonna del Colle presso Lenola, cui è legata una leggenda: per saperne di più si faccia riferimento alla nostra guida, ormai divenuta rara, “Lazio. I luoghi del Mistero e dell’Insolito”


Rocca Guglielma ad Esperia

Esperia-Rocca Guglielma 5 RCRLB.jpg

L’epico ed arcigno paesaggio che circonda le rovine della Rocca di Esperia, sul versante ciociaro del Parco Regionale dei Monti Aurunci. Fu probabilmente edificata nel XII secolo per volere del normanno Guglielmo di Blosseville, Duca di Gaeta, in una zona per molti secoli storicamente campana, solo di recente inserita nell’ambito amministrativo di Frosinone. Per saperne di più: “I castelli perduti del Lazio… e i loro segreti”